Blog Telefilm Italia

Ferrari – Cinema e TV

ferrari-magnum-PIEnzo Ferrari aveva un grande ascendente sui giornalisti e un grande amore per la carta stampata tanto da istituire a inizio anni 80 un premio al miglior giornalista dell’anno che confezionava e regalava lui stesso, discorso diverso sul Cinema pere il quale probabilmente non nutriva un grande interesse. Negli anni 60 fu contattato dai produttori della mitica saga “James Bond” era il primo film della serie e il produttore stava contattando i vari manager delle case più prestigiose per avere delle macchine gratis in cambio della pubblicitrà. Il produttore si fece sentire con Enzo Gozzi che era allora il tramite di qualunque operazione del commendatore all’esterno ma a volte anche all’interno della fabbrica(anche se nelle sue sfuriate a volte lo licenziavfa in tronco e poi lo riassumjeva la sera!); il Gozzi fece presente al commendatore tale scambio di favori, il commendatore fu ferma subityo nella sdua decisione, come sempre deol resto:

Gozzi: “c’è un produttore che vuole fare questo film di spionaggio e ha chiesto una Ferrari in cambio gratis in cambio possiamo sfruttarne la pubblicità

Ferrari: “ma che produttore è? che regista farà il film”

Gozzi “bah è un poveraccio sconosciuto  che sicuramente andrà uin faqllimento dopo il film”

Ferrari: “Allora o la pagano sennò niente”

il “povero produttore” fu costretto a rivolgersi alla Asion Martin, il resto è storia, in ogni film c’è una di queste macchine. Probabilmente si sarà mangiato le mani il commenda ma anche Gozzi ahah :D

Il 308 GTB Magnumaro fu acquistato da Bellisario in coppia con un altro dello steso tipo da usare nelle scene in cui l’auto veniva trainata(scene dove si vedfe Magnum a bordo  ma non sempre) e l’altra per gli inseguimenti. Quella trainata fu poi acquistata da Larry Manetti appassionato di auto sportive ed è una delle auto più iconiche di sempre, C’è una foto anche di Paul Newman con questa macchina a MAranello, il commenda lo invitò sapendo che era un appassionato ed annche pilota. Battuta:

 

Luther Gillis. “questo con la mia bagnarola non lo avrei fatto”

 

 

 

CondividiTweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0

Leave a Comment